Questa tecnica ha, pertanto, l’obiettivo di far acquisire la capacità di impersonare un ruolo e di comprendere in profondità ciò che il ruolo richiede. ), l’attenzione agli stili di Metodologie e didattiche attive: cooperative learning, peer education, flipped classroom, didattica laboratoriale … Le metodologie e didattiche attive si realizzano solo se nell’ambiente di apprendimento è presente uno stile relazionale flessibile, che dà spazio agli interessi degli alunni e alle loro esperienze. 1 – Link al file in cui sono inserite le selezioni fatte dai referenti delle varie metodologie didattiche clicca qui, 2- In questa sezione è possibile fare  delle selezioni multiple ed incrociare i dati che interessano (una volta selezionate le voci di interesse dare semplicemente INVIO o andare in fondo alla pagina e cliccare su CERCA)  clicca qui, 3- Ad ogni metodologia è collegata una pagina con la categorizzazione dei parametri selezionati dai referenti. Per fare in modo che l’alunno non acquisisca solo conoscenze, ma soprattutto abilità e competenze, e tra queste quella di “imparare ad imparare” nel modo per lui più corretto, servono strategie e metodologie didattiche tese a valorizzare il potenziale di apprendimento di ciascun alunno e a favorire la sua autonomia, ecco di seguito le 7 metodologie più efficaci: E’ una metodologia didattica che consiste nell’esaminare la realtà nelle interrelazioni di tutti i suoi elementi, superando in tal modo la tradizionale visione settorializzata delle discipline. – valutazione individuale e di gruppo. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. STRATEGIE DIDATTICHE INCLUSIVE. Tra i metodi educativi ancora oggi più diffusi, spetta un posto di primo piano a quello di Maria Montessori (1870-1952), frequentemente utilizzato sia … Le metodologie didattiche attive più efficaci si realizzano in un’ambiente di apprendimento ove è presente uno stile relazionale flessibile, che fornisca spazio di manovra agli interessi degli alunni e ai loro vissuti. È una metodologia che si sta diffondendo soprattutto per la prevenzione di comportamenti a rischio, in quanto coinvolge attivamente i ragazzi direttamente nel contesto scolastico, con l’obiettivo di modificare i comportamenti specifici e di sviluppare le life skills, cioè quelle abilità di vita quotidiana necessarie affinchè ciascuno di noi possa star bene anche mentalmente. L’educazione Inclusiva comporta la trasformazione della Scuola per poter incontrare e rispondere alle esigenze di tutti. – responsabilità personale Vai alle singole classificazioni, scegli il parametro che interessa e cliccandoci appariranno le metodologie che afferiscono a quel parametro, A) Coinvolge l’attività in classe/in classi o richiede un’organizzazione complessa della scuola, G) Valutazione delle competenze –  le rubriche sono indicate da, O) Competenze che gli studenti devono possedere, P) Competenze che gli studenti possono acquisire attraverso la metodologia, © 2020 Metodologie didattiche a confronto – Tutti i diritti riservati, Powered by  – Designed con il tema Customizr, Progetto di ricerca sulla mappatura delle metodologie didattiche attive. La flipped classroom consiste, infatti, nell’invertire il luogo dove si fa lezione (a casa propria anziché a scuola) con quello in cui si studia e si fanno i compiti (a scuola e non a casa). Il role playing consiste nella simulazione dei comportamenti e degli atteggiamenti adottati generalmente nella vita reale. circle time; cooperative learning; debate; didattica integrata; didattica laboratoriale; didattica per scenari; eas; flipped classroom; ibse; jigsaw; metodologia dell’espressione; microlearning; peer education; problem solving; project based learning; scuola scomposta; scuola senza zaino; service learning; il metodo scientifico per le stem; storytelling; teal Quali sono le metodologie didattiche innovative. Tuttavia non … 4- Elenco delle categorie e relative metodologie di riferimento. ... Sospensione attività didattiche plesso di Mangone Grazie ad attività di tipo laboratoriale (che si possono svolgere semplicemente nell’aula o in ambienti con attrezzature particolari), in cui gli studenti lavorano insieme al docente, si promuove un apprendimento significativo e contestualizzato, che favorisce la motivazione. Gli esperti indicano che le pratiche di formazione più efficaci, sono proprio le pratiche attive, come l’apprendimento collaborativo ed i piccoli gruppi di lavoro, che risultano altamente produttive per attivare negli studenti, il conflitto cognitivo e la ricerca collettiva di risultati alle varie problematiche. METODOLOGICO DIDATTICO fra gli studenti, ciascuno dei quali mette a disposizione del gruppo il suo sapere e le APPRENDIMENTO COOPERATIVO cognitivo, ... Letteralmente tempo del cerchio . METODOLOGIE DIDATTICHE INNOVATIVE 1. Non è solo «lavorare in gruppo»: non basta infatti organizzare la classe in gruppi perchè si realizzino le condizioni per un’ efficace collaborazione e per un buon apprendimento. Attenzione! In questo contesto, il docente diventa una guida, una specie di “mentor”, il regista dell’azione pedagogica. Un’ottima metodologia inclusiva è il cooperative learning, che permette una “costruzione comune” di “oggetti”, procedure, concetti. 16 scheda c giuochi di ruolo (role play) pag. metodologie didattiche, sui principi strategici per ottimizzare l’apprendimento, e abbiamo analizzato il metodo espositivo per eccellenza: la lezione. Questa didattica si basa sui bisogni dell’individuo che apprende; promuove l’apprendimento collaborativo; consente lo sviluppo di competenze. Essa è un costante processo di miglioramento, volto a sfruttare le risorse esistenti, specialmente le risorse umane per sostenere la partecipazione all’istruzione di tutti gli studenti all’interno di una comunità. Approcci e strategie didattiche per il successo formativo di Carmine Iannicelli 1. In un approccio didattico di questo tipo, in cui allo studente viene richiesto di farsi carico in prima persona del proprio processo di apprendimento, lo studente “impara ad imparare” e diventa più facilmente una persona “attiva”. Uno dei punti di forza della peer education è la riattivazione della socializzazione all’interno del gruppo classe. Nell'uomo l'apprendimento, pur essendo un processo spontaneo, avviene soprattutto mediante Le metodologie didattiche attive più efficaci si realizzano in un’ambiente di apprendimento ove è presente uno stile relazionale flessibile, che fornisca spazio di manovra agli interessi degli alunni e ai loro vissuti. Il role playing è una vera e propria recita a soggetto. Metodologie e strategie per una didattica inclusiva I edizione A.S. 2016-2017 Parte I A cura di Luisa Cerullo 1 . Esso si rivolge alla classe come insieme di persone che collaborano, in vista di un risultato comune, lavorando in piccoli gruppi. DIDATTICA A DISTANZA INDICAZIONI, OBIETTIVI, METODOLOGIE, MODALITA’ DI VALUTAZIONE, RIFERIMENTI NORMATIVIDIDATTICA A DISTANZA ; ... Elenco Sezioni-Categorie albo Amministrazione trasparente Ultimi Atti Albo. Ricordiamo, però, che essere «attivi» è un’opzione dell’io e richiede anche allo studente di prendersi sul serio, mettersi in gioco, lasciarsi sfidare, poter ripartire in caso di errore. Ad esempio, tutti gli avvisi di pubblicazione graduatorie d’istituto. metodologie didattiche. Una metodologia in particolare è risultata particolarmente apprezzata dai corsisti: l’apprendimento esperienziale ovvero apprendere facendo. didattica laboratoriale è centrata sui compiti di apprendimento, mirati allo sviluppo delle competenze. Elenco insegnamenti del Corsi di Studio dell'Università di Bologna coerenti per obiettivi e contenuti al DM 616/2017 Metodologie e Tecnologie Didattiche ABST59 Pedagogia e didattica dell'arte - Pedagogia e didattica dell'arte - Didattica della multimedialità - Didattica per il museo - … Questo elenco non è esaustivo, ma rappresenta un raggruppamento significativo. Le metodologie attive Andrea Varani . Didattiche collaborative e costruttive; rapporto tra … Ascoltare è l’arte perduta della formazione e dello sviluppo? Premessa La didattica è la scienza che definisce i metodi e le tecniche per insegnare. Nell’affrontare il tema di come rinnovare le metodologie e le attività didattiche, ponendosi in un’ottica che si focalizza sul discente e sui suoi bisogni, è opportuno porre l’accento sull’attenzione che dovrebbe sempre essere fatta alla soddisfazione dell’individuo rispetto all’apprendimento, alla percezione della sua qualità e alla sua stretta connessione, sia in termini di strumenti che di contenuti, con le richieste e le sfide poste dalla realtà in cui vi… Il docente è tenuto a rispettare gli studenti nelle loro scelte e reazioni senza giudicare. - Wide ICT Solutions. – importanza delle competenze sociali Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. specifici di apprendimento, la didattica personalizzata si sostanzia attraverso l’impiego di una varietà di metodologie e strategie didattiche, tali da promuovere le potenzialità e il successo formativo in ogni alunno: l’uso dei mediatori didattici (schemi, mappe concettuali, etc. Metodologie didattiche innovative : apprendimento e competenze Le metodologie didattiche più innovative sottolineano la centralità dell'apprendimento personale e dell'aiuto reciproco per valorizzare le competenze di ciascuno. Il conduttore assume il ruolo di interlocutore privilegiato nel porre domande o nel fornire risposte. Metodologie didattiche per innovare la scuola. Riguarda i comportamenti degli individui nelle relazioni interpersonali in precise situazioni operative per scoprire come le persone possono reagire in tali circostanze. 633) 4 di 19 . La peer education dà ad esempio agli adolescenti la possibilità di trovare uno spazio dove parlare di sé e confrontare le proprie esperienze “alla pari”. In questo metodologia educativa i pari sarebbero dei modelli per l’acquisizione di conoscenze e competenze di varia natura e per la modifica di comportamenti e atteggiamenti, generalmente relativi allo “star bene”, modelli efficaci in misura spesso equivalente ai professionisti del settore. Le metodologie innovative sono, negli ultimi tempi, oggetto di vivace dibattito nei luoghi preposti alla discussione intorno ai problemi della scuola e ai risultati ai quali essa deve o dovrebbe ambire. Il circle time facilita e sviluppa la comunicazione circolare, favorisce la conoscenza di sè, promuove la libera e attiva espressione delle idee, delle opinioni, dei sentimenti e dei vissuti personali e, infine, crea un clima di serenità e di condivisione facilitante la costituzione di un qualsiasi nuovo gruppo di lavoro o preliminare a qualunque successiva attività. È una forma di comunicazione che evidenzia una notifica rilevante. Nella pratica didattica possono essere utilizzati diversi modelli pedagogici di riferimento che indicano strategie, metodi, tecniche che un docente può attuare per facilitare l’apprendimento. – interdipendenza positiva nel gruppo circle time; cooperative learning; debate; didattica integrata; didattica laboratoriale; didattica per scenari; eas; flipped classroom; ibse; jigsaw; metodologia dell’espressione; microlearning; peer education; problem solving; project based learning; scuola scomposta; scuola senza zaino; service learning; il metodo scientifico per le stem; storytelling; teal Negli ultimi decenni la vita scolastica è cambiata profondamente. I ragazzi coinvolti hanno le percezione di vivere un momento di vita informale all’interno del normale svolgimento della didattica. Questo materiale didattico è per uso personale dello studente ed è coperto da copyright. Ne è severamente vietata la riproduzione o il riutilizzo anche parziale, ai sensi e per gli effetti della legge sul diritto d’autore (L. 22.04.1941/n. internazionali, l’impatto sugli apprendimenti dell’attività didattica può essere notevolmente aumentato se sono rafforzate e innovate le metodologie didatti - che in uso, unitamente a un continuo aggiornamento disciplinare dei docenti. Ecco un elenco delle metodologie didattiche più utilizzate oggi ( non è in nessun ordine precis o): didattica laboratoriale; problem solving; storytelling; cooperative learning; peer education; writing and reading; didattica integrata; didattica per scenari; Da tempo e da più parti è emersa la necessità di innovare la scuola, e con essa le metodologie didattiche utilizzate per formare gli studenti di scuola primaria e secondaria. 1. Il peer educator è un ragazzo comune, con una consapevolezza maggiore dei processi comunicativi che si verificano nel gruppo dei pari. – controllo o revisione (riflessione) del lavoro svolto insieme Occorrerà quindi fare riferimento al programma del concorso ordinario 2020 (allegato A), ma limitatamente agli argomenti afferenti alla propria disciplina e alle metodologie didattiche. Individuali, di gruppo, all’aperto, a distanza, creative: per rispondere ai diversi stili di apprendimento sia dei giovani in formazione di base sia degli adulti, il Cts utilizza una gamma molto ampia di metodologie didattiche, rinnovate periodicamente anche sulla base delle novità in campo scientifi co e pedagogico. I partecipanti si dispongono in cerchio, con un conduttore che ha il ruolo di sollecitare e coordinare il dibattito entro un termine temporale prefissato. Gli studenti devono assumere i ruoli assegnati dall’insegnante e comportarsi come pensano che si comporterebbero realmente nella situazione data. Essa ha il vantaggio di essere facilmente applicabile a tutti gli ambiti disciplinari: nel laboratorio, infatti, i saperi disciplinari diventano strumenti per verificare le conoscenze e le competenze che ciascun studente acquisisce per effetto delle sue esperienze laboratoriali. L’idea-base è che la lezione diventa compito a casa mentre il tempo in classe è usato per attività collaborative, esperienze, dibattiti e laboratori. DIDATTICA INCLUSIVA Le scelte didattiche e i cambiamenti metodologici e di gestione che si devono fare per aiutare un alunno con DSA si rivelano utili a tutti gli allievi, perché rendono più efficace la pratica didattica, più consapevole il metodo di studio, più duraturi e profondi gli apprendimenti. I suoi principi fondanti sono: La didattica laboratoriale incoraggia un atteggiamento attivo degli allievi nei confronti della conoscenza sulla base della curiosità e della sfida piuttosto che un atteggiamento passivo. Strategie didattiche = Con il termine “strategie didattiche” (strategie di insegnamento e di apprendimento) intendiamo un insieme di operazioni e di risorse pedagogiche che sono utilizzate, in modo pianificato e all'interno di un contesto pedagogico, per favorire il conseguimento degli obiettivi di apprendimento in base alle differenti caratteristiche degli alunni. Ad esempio, l’analisi di un ambiente storico-sociale viene effettuata coinvolgendo in modo interattivo e dinamico più discipline, come la storia, la geografia e gli studi sociali, in modo tale da favorire nel discenti una conoscenza globale più ampia e profonda e, perciò, più significativa. Per qualsiasi informazione potete contattarci ai seguenti riferimenti: info@diariodellaformazione.it Direzione: +393475340997